Menu

Otoplastica

Otoplastica

Durata intervento 1-2 ore
Anestesia Locale o locale con sedazione
Ricovero Day hospital
Ritorno al sociale 3-4 giorni
Attività lavorativa 1 settimana
Attività fisica intensa 1 mese

INFORMAZIONI GENERALI

L’otoplastica è un intervento chirurgico indicato per quelle persone che vogliono migliorare l’aspetto estetico delle orecchie che già in età scolare possono apparire malformate, troppo grosse o troppo aperte (“a sventola” o “ad ansa”).

I pazienti, infatti, sono spesso bambini di 6-7 anni che manifestano un evidente disagio psicologico soprattutto quando iniziano a frequentare la scuola elementare. Non ci sono controindicazioni ad intervenire a questa età perché l’orecchio si è già completamente formato e quindi non si modificherà più. Altre volte però si ricorre all’otoplastica in età più adulta.

Durante la prima visita medica la Dr.ssa Vitali spiegherà accuratamente al paziente e ai genitori che grazie al riposizionamento e rimodellamento della cartilagine auricolare si può migliore la morfologia dell’orecchio, conferendo contestualmente al volto un aspetto più proporzionato e quindi più piacevole.

INTERVENTO

Ha una durata di circa due ore, solitamente viene preferita l’anestesia locale con un’eventuale sedazione e un regime di day hospital.

La scelta tra le varie tecniche chirurgiche dipende dal tipo di difetto da correggere ma comunque quasi tutte prevedono solo una piccola incisione nel solco retro auricolare che una volta suturata lascerà una cicatrice che rimarra’ sempre nascosta dietro l’orecchio non costituendo quindi un problema estetico per i pazienti.

Come medicazione verrà utilizzata una fascia elastica ‘tipo tennista’ che dovrà essere mantenuta per almeno una settimana.

POST- INTERVENTO

Per un paio di giorni successivi all’intervento può essere avvertita una sensazione di indolenzimento della regione trattata che però è ben controllabile con i comuni antidolorifici.

Le comuni attività lavorative e la scuola possono essere riprese dopo una settimana mentre l’attività sportiva soltanto dopo un mese. Durante il primo mese è altresì sconsigliabile l’esposizione a temperature estreme troppo fredde o troppo calde (es. docce, sauna, lampade Uva, esposizione diretta al sole).

I punti di sutura sono sempre riassorbibili e quindi non è necessario toglierli, pertanto le medicazioni che verranno fatte dopo 2,7 e 14 giorni dall’intervento prevedono solo la disinfezione della ferita.

Il risultato estetico ottenuto è permanente.